> home / blog! /

Apple Pay e Android Pay integrati nel Booking Engine dell'Hotel

26 Maggio 2016 | Cristiano Quadrelli

Una importante opportunità per gli albergatori per ricevere più prenotazioni online
Nel 2014 l'Apple introduce il sistema di pagamento Apple Pay, grazie all'introduzione dell'iPhone 5s, dotato di sistema di riconoscimento dell'impronta digitale. Apple Pay consente ai possessori di iPhone di concludere transazione online in modo semplicissimo e veloce. Per pagare infatti è sufficiente appoggiare l'impronta digitale sul sensore del telefonino ed in un istante viene certificato l'acquisto del prodotto/servizio. Il riconoscimento dell'impronta associata ad una carta di credito precedentemente inserita nel telefonino consente di comunicare all'esercente l'avvenuta transazione, un codice sicuro di pagamento viene inviato all'azienda fornitrice che conclude la transazione con l'addebito dell'importo richiesto. Sono moltissime le aziende che hanno cominciato ad accettare l'Apple Pay come modalità di pagamento, nel settore turistico tra i primi ci sono AirB&B, Priceline (proprietaria di Booking.com) e Hotel Tonight.

Attualmente questo sistema funziona solo sulle App e nei negozi con POS compatibili con il protocollo di Apple, è mia convinzione che a breve la Apple estenda la cosa anche ai siti Web tradizionali. Infatti Google ha recentemente esteso il loro sistema di pagamento Android Pay su Web e quindi è ragionevole che Apple Pay arrivi a breve.

Apple Pay Android Pay per Hotel

Un sistema di pagamento online facile, aumenta le conversioni del Booking Engine.
L'introduzione di questa modalità di pagamento online potrà avere delle ottime ripercussioni nel settore del Booking Online. Uno dei più grossi ostacoli per la conversione de sul sito dell'Hotel nella fase di prenotazione, è la parte relativa ai dati/garanzia della prenotazione, comunicare la carta di credito presenta diverse complicazioni. Il primo motivo per non confermare una prenotazione con la carta di credito è la diffidenza nell'inviare dati sensibili su Internet, altri motivi sono legati ad aspetti pratici, il cliente potrebbe non avere con se la carta, la sconvenienza di inserire i dati come il codice/CVC (specialmente su un sito mobile). In questo caso i sistemi di pagamento come Apple/Android Pay possono essere di notevole aiuto e migliorare sensibilmente il tasso di conversione sul booking engine.

PayPal One Touch
Oltre ad Apple e Google, anche PayPal ha attivato una modalità di pagamento online semplificata chiamata One Touch. Il funzionamento è molto simile a quelli descritti sopra e funziona con tutti i clienti che usano PayPal. Con il nostro booking engine abbiamo già integrato PayPal e i risultati sono ottimi in termini di conversione, a breve quindi aggiungeremo questa funzionalità per consentire agli Hotel che usano iperbooking di incrementare la vendita online migliorando il tasso di conversione.

Presto sui vostri schermi, un booking engine che supporta Apple Pay e Android Pay.
Questi meccanismi potranno quindi aiutare le piccole strutture alberghiere a diminuire il gap tecnologico/pratico attuale rispetto alle grandi OLTA come Booking.com ed Expedia. Specialmente sui dispositivi mobile, dove il divario attuale è notevole e molto sbilanciato a favore delle agenzie di prenotazione online. Quando Apple e Google estenderanno i servizi oltre i test attuali e in tutti i paesi, con iperbooking attiveremo subito queste nuove modalità di pagamento per consentire ai nostri clienti di aumentare la vendita online delle loro camere.

Aggiornamento
Il 13.06.2016 Apple, alla conferenza WWDC, ha annunciato che Apple Pay potrà essere utilizzato per i pagamenti online sul Web a partire dall'Autunno 2016. Le procedure di pagamento online saranno quindi notevolmente facilitate sui dispositivi Apple come l'iPhone, l'iPad e sui computer della serie Mac. Oltre agli Stati Uniti, Cina, Australia ed il Canada, per ora l'elenco dei paesi in Europa dove è possibile utilizzare Apple Pay è abbastanza limitato, ad oggi ci sono la Francia, la Svizzera, la Spagna ed il Regno Unito, sicuramente saranno aggiunti altri paesi come l'Italia a quel punto non ci saranno più ostacoli e si potrà verificare un aumento delle prenotazioni provenienti dai siti Mobile grazie ad una più alta conversione sul sistema di prenotazione online sul sito dell'Hotel.